In ogni buco

sesso analeS. è stato il ragazzo che ha avuto la possibilità per primo di scoparmi in ogni buco, a lui ho infatti ceduto il mio culetto. Il mio culo non era al 100% vergine, o meglio era vergine di cazzi, ma devo dire che avevo già avuto modo di giocare con il mio buchetto e da tempo mi ero accorta che mettermi varie cose in culo mi faceva godere come mai prima.Diciamo che avere a che fare con un cazzo vero è tutta un’altra storia, soprattutto perché non sei tu a gestire la situazione, insomma non si tratta di una zucchina o dello spray del deodorante che stanno lì fermi mentre tu ti impali su di loro, ma si tratta di un cazzo, o meglio di un uomo, che ti prende da dietro. Ed è proprio questa la cosa che adoro.

Mi piace essere per una volta completamente nelle sue mani.  Mi piace quando mi fa mettere alla pecorina e lui si mette dietro di me. Io non posso fare niente, è lui che mi prende e mi fa quello che vuole. E  S. è sempre stato bravo in questo. Lui è il classico stronzo a cui non interessa il romanticismo, non ti fa le carezze e le coccole, lui è uno che ti scopa come un vero animale.

S. sapeva che era la prima volta ma se ne è fregato. Mi ha fatto mettere carponi, con il mio culetto puntato verso l’alto e le ginocchia ben allargate. Ha iniziato con le dita a scoparmi la figa, avevo un lago tra le gambe e colavo umori su tutte le cosce. Con le dita fradice, S ha poi iniziato ha allargarmi il buchino. Non è un tipo paziente S. e dopo poco avevo il buchetto che mi tirava da morire con lui che spingeva non so quante dita dentro. Però ogni volta che lui spingeva e sentivo il mio buchino allargarsi dimenticavo il dolore e godevo.

Poi mi ha fatto abbassare la schiena e mi ha infilato il suo cazzo nel mio culo. Lo ha appoggiato sul buchino, ha fatto entrare la puntata e poi un colpo secco e lo ha spinto dentro. Mi sono sentita morire, un dolore fortissimo, volevo allontanarmi,  ma invece S. mi ha tirato a se e ha iniziato a sditalinarmi il clitoride.

Dopo poco non sentivo più il dolore, sentivo solo le onde di piacere che partivano dalla mia figa e arrivavano in tutto il corpo.  Dopo quell’orgasmo che mi aveva fatto rilassare, S. ha iniziato a scoparmi in culo:  tirava fuori il suo cazzo e poi lo rinfilava, sentivo il ogni volta il mio buchino tirare, ma mi piaceva. Mi piaceva che spingesse fino in fondo, lo sentivo sbattere sulla parete della figa e mi sentivo completamente libera di godere come una vera maiala.

Poi quando stava per venire ha iniziato ad aumentare il ritmo e a spingere dentro sempre con più forza. Io ero eccitatissima, e mi sono infilata due dita nella figa per godere ancora di più. E poi lui è venuto riempiendomi il culo, avevo la sborra che mi colava tra le gambe e si mischiava ai miei umori bagnandomi tutte le cosce.

Quella è stata la prima volta. Certo mi è piaciuta, ma diciamo che poi, imparando bene come funziona, ho goduto molto di più e ho sentito molto meno dolore!

ps il giorno dopo il culetto bruciava tantissimo! E c’è voluto qualche giorno prima che il dolore passasse completamente.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...